skip to Main Content
IL LEGNO LAMELLARE - UN MATERIALE DA COSTRUZIONE

Sarebbe certamente presuntuoso, oltre che inutile, cercare di riassumere in poche parole le complesse caratteristiche e le molte tematiche che definiscono il comportamento del legno ai fini strutturali. Comunque senza entrare nel dettaglio, si ritiene opportuno riassumere  quegli argomenti che  maggiormente intervengono nella produzione e nell’impiego del legno lamellare.

SCELTA DELLA SPECIE LEGNOSA
La scelta del tipo di essenza da utilizzare nella produzione deve essere effettuata tenendo conto:

• delle caratteristiche fisico-meccaniche;
• dell’attitudine all’incollaggio;
• della durabilità, funzione delle condizioni di impiego della struttura;
• della disponibilità di approvvigionamento;
• del costo;
• delle esigenze estetiche.

Grazie ad alcune di queste caratteristiche, il legno è in grado di competere, sullo stesso piano, con gli altri materiali da costruzione. Esso presenta infatti numerosi vantaggi:

Buona resistenza

perché l’efficienza prestazionale del legno ai fini strutturali ha qualità simili a quelle dell’acciaio. Inoltre il legno presenta un peso molto contenuto

Ottima resistenza agli aggressivi chimici ed ambientali

per questa ragione trova largo impiego nelle piscine o nelle zone marine, laddove altri materiali vengono distrutti dal cloro o dalla salsedine.

Isolante termico, elettrico e acustico

inoltre influisce positivamente sulla climatizzazione degli ambienti: ponti termici e condensa vengono impediti;

Può essere facilmente lavorato

anche manualmente, e giuntato con semplicità, mediante incastri, chiodi, bulloni, connettori metallici o tramite incollaggio;

È una risorsa abbondante e rinnovabile

è un materiale biodegradabile che non intossica e non inquina.

IL LEGNO COMUNICA CALORE, NATURALEZZA, GENTILEZZA.
QUANDO COMINCIA A MOSTRARE I SUOI DIFETTI E LE SUE CREPE, CAPISCI CHE NON È
UN OGGETTO MORTO, MA UN ESSERE CHE VIVE E CHE SI TRASFORMA.
LA TECNICA DEL LEGNO LAMELLARE

Grazie allo sviluppo che le tecniche di lavorazione del legno hanno avuto negli ultimi anni, unitamente alla disponibilità di nuovi prodotti per l’assemblaggio e la protezione delle travi, è stato possibile superare gran parte delle limitazioni imposte dal legno massiccio, ampliando le opportunità di scelta di progettisti e costruttori con un materiale di origine tradizionale, ma dal contenuto fortemente innovativo: il legno lamellare.

Il legno lamellare ha qualità fisiche molto simili a quelle del legno massiccio, ma presenta migliori qualità meccaniche. I rigorosi processi produttivi altamente tecnologici, automatizzati e informatizzati, permettono l’eliminazione o comunque una migliore ridistribuzione dei difetti lungo l’elemento, con conseguente aumento del grado di omogeneità, oltre ad una rigorosa selezione ed all’essiccazione controllata delle tavole, sono i motivi principali all’origine della superiorità nelle prestazioni, rispetto al materiale di base.

Altri vantaggi sono:

SICUREZZA ANTISISMICA
RESISTENZA AL FUOCO
SOSTENIBILITÁ AMBIENTALE
Back To Top